Etichettatura Rosaura Blanche Birra di Grano Belga

Ragazzi dopo un paio di settimana di attività ridotta, si riparte e abbiamo iniziato con la etichettatura della penultima nata, la Blanche, birra di grano non maltato e spezie belga. 


Qui ci potete vedere nel pieno delle operazioni, con entusiasmo, soprattutto da parte di Andrea.


Per le etichette utilizziamo GIMP un programma di fotoritocco  gratuito, che si presta bene alla costruzione da zero di etichette per le nostre birre.
L'importante è avere un idea da trasferire prima sullo schermo e poi sulla carta.
Una volta realizzata, non rimane che trasferirla su carta per stampate laser e poi eseguire la stampa. Utilizziamo una stampante laser, sia per la brillantezza dei colori e la rifinitura dei bordi e delle linee, ma anche per evitare che durante la sosta in frigo, l'etichetta non si squagli!
Siccome non utilizziamo carta adesiva, soprattutto perchè risulta poi più difficile toglierle, dobbiamo utilizzare della colla. 
Le idee che si trovano in rete sono molte, ma a volte anche complicate, così abbiamo provato con la colla stick, quella che normalmente si utilizza a scuola per incollare la carta, e dopo qualche cotta abbiamo deciso che il sistema era ottimo. Facile da applicare e facile da togliere.
Le etichette con l'andare del tempo sono diventate rettangolari, perchè più semplici e veloci da ritagliare, rispetto alle ovali o quelle con forme particolari.
E così in un'oretta abbiamo fatto tutto.


Io sono addetto all'applicazione della colla, mentre Andrea le applica sulle bottiglie.


E alla fine non rimane che ammirarle, tutte in fila come una orda di guerrieri che attende il segnale di avanzare.



L'unica superstite quando sarà scatenata la guerra, sarà il mignon che rimarrà con noi per sempre,  e andrà ad aggiungersi alla schiera di guardie in cantina.


Finito di etichettare, le abbiamo portate giù in cantina a cominciare la maturazione. In tutto questo trambusto ci siamo dimenticato di aprire la bottiglietta creata per l'assaggio post etichettatura. Sarà per domani.. o no.
Ecco qui il nostro scaffale pieno di birre, con anche la presenza della nuova arrivata.


Nel pomeriggio ho finalmente finito di assemblare e tarare il RIMS, ma questa è un'altra storia. 

Commenti

Posta un commento