mercoledì 9 novembre 2016

Ricette AG e BIAB ed Etichette 2016

Come è stata consuetudine negli anni per il vecchio blog, a fine stagione, facevamo un riassunto delle cotte eseguite, inserendo in un articolo tutte le ricette e le etichette della stagione appena passata, e abbiamo pensato di riproporlo anche qui.
Rispetto alle altre stagioni, in questa stagione il passo più importante riguarda le tecniche utilizzate. Abbiamo abbandonato per la maggior parte delle cotte il metodo australiano BIAB e abbiamo provato il metodo classico All Grain 3 Tini.
A parte la nuova esperienza produttiva, l'obbiettivo della stagione anche se con i limiti degli ingredienti a disposizione, era quello di creare una ricetta definitiva. La birra che abbiamo deciso di migliorare è stata quella che ci era più piaciuta la stagione precedente la APA denominata ORO. Ci siamo così concentrati maggiormente nella creazione della ricetta definitiva della American Pale Ale, che utilizzeremo in futuro. Così abbiamo iniziato una ricerca di aromi e gusti.
Purtroppo ci siamo accorti fin da subito di non poter fare una ricetta come pensavamo, ma solamente una provvisoria, non potendo utilizzare i luppoli definitivi, sia per la grande quantità di quelli già in nostro possesso, che non erano contemplati nella ricetta, ma soprattutto per la difficoltà di reperire luppoli di origine pacifica in formato coni. Abbiamo così ripiegato sui luppoli americani.
Siamo riusciti a trovare, dopo poche prove, la quadra sui grani da utilizzare per trovare quel gusto particolare delle birre americane leggermente biscottato. Le ultime ricette della ORO hanno evidenziato un buon equilibrio tra malti e luppoli, pur mantenendo anche una luppolatura decisa.
In questa stagione abbiamo eseguito 13 cotte da settembre 2015 a giugno 2016, 4 con la tecnica australiana BIAB e 9 con il metodo classico 3 Tini. Prodotti 291 litri con una media di 23 litri per cotta.


Questo è lo scaffale che abbiamo in cantina. Sullo scaffale trovano posto gli oltre 200 litri di birra, con anche qualche bottiglia superstite della scorsa stagione e c'è ne davvero per tutti!
Tutto è iniziato a settembre con la prima ricetta della ORO della nuova stagione, la terza versione, la ORO III.

ORO III APA All Grain BIAB
Minuti ammostamento :75
Litri in pentola :40
Litri in fermentatore :27
Efficienza :80 %
OG :1047
ABV :4.7 %
Plato :11.7
IBU :38.5
BU/GU :0.82
EBC : 4

Malti e Fermentabili
Maris Otter 4500 gr 85 %
CaraPils 400 gr 8 %
Aromatic 200 gr 4 %
Fiocchi di Orzo 200 gr 4 %
Totale 5300 gr

Luppoli
Chinook (AA 12.5) 15 gr 30 min
Chinook (AA 12.5) 10 gr 20 min
Centennial (AA 9.1) 10 gr 15 min
Amarillo (AA 9.5) 10 gr 15 min
Centennial (AA 9.1) 10 gr 10 min
Amarillo (AA 9.5) 10 gr 10 min
Centennial (AA 9.1) 15 gr 5 min
Amarillo (AA 9.5) 15 gr 5 min
Centennial (AA 9.1) 20 gr 0 min
Amarillo Gold (AA 9.5) 20 gr 0 min
Chinook Produzione Propria 23 gr. 0 min
Willamette Produzione Propria 17 gr. 0 min
Simcoe (AA 12) 50 gr Dry-Hop
Totale 225 gr

Lieviti
SafAle US 05 Dry 17 gr

Profilo Mash
Beta-amilasi 66 °C 45 min
Alpha-amilasi 72 °C 15 min
Mash Out 78 °C 15 min

Bollitura 90 min


In parallelo con la creazione delle ricette, c'è stato uno studio attento delle etichette con una serie di modifiche importante. Il soft utilizzato è sempre stato GIMP programma grafico Open Source, gratuito, per tutti i sistemi. Per la nuova stagione è stata scelta una forma che poi è diventata definitiva per tutte le birre. Linee rette su tre lati e una parte superiore curva che ha aiutato a renderla più classica.


Per il collo delle bottiglie anche qui abbiamo una piccola etichetta che racchiude il nostro logo con la data di fondazione. Questa etichetta sarà uguale per tutte le birre, e quindi eviterò di inserirla successivamente.


Come vi ho detto prima la stagione è nata all'insegna della creazione di una ricetta definitiva ed è stato naturale provare da subito fare qualche prova per verificare le modifiche gustative e olfattive. La ORO IV è stata la naturale conseguenza.

ORO IV APA All Grain BIAB
Minuti ammostamento :75
Litri in pentola :40
Litri in fermentatore :24
Efficienza :84 %
OG :1056
ABV :5.6 %
Plato :13.8
IBU :37.3
BU/GU :0.67
EBC : 5

Malti e Fermentabili
Maris Otter 4500 gr 84 %
Biscuit 430 gr 8 %
CaraPils 200 gr 4 %
Fiocchi di Orzo 200 g r4 %
Totale 5330 gr

Luppoli
Chinook (AA 12.1) 15 gr 30 min
Chinook (AA 12.1) 10 gr 20 min
Amarillo Gold (AA 9.5) 10 gr 15 min
Centennial (AA 8.1) 10 gr 15 min
Centennial (AA 8.1) 10 gr 10 min
Amarillo Gold (AA 9.5) 10 gr 10 min
Centennial (AA 8.1) 15 gr 5 min
Amarillo Gold (AA 9.5) 15 gr 5 min
Amarillo Gold (AA 9.5) 20 gr 0 min
Centennial (AA 8.1) 20 gr 0 min
Simcoe (AA 11.4) 50 gr Dry-Hop
Totale185 gr

Lieviti
SafAle US 05 11.5 gr

Profilo Mash
Beta-amilasi 68 °C 45 min
Alpha-amilasi 72 °C 15 min
Mash Out 80 °C 15 min

Bollitura 120 min


Le modifiche riguardano principalmente la sostituzione del Aromatic con il Biscuit che avevamo già utilizzato la scorsa stagione nella seconda versione la ORO EVO. Per i luppoli invece abbiamo mantenuto inalterato il quantitativo e i tempi delle gittate del luppolo, se si esclude l'utilizzo di luppolo di produzione propria che non abbiamo usato.
L'etichetta.


A Ottobre abbiamo proseguito con la quinta versione.

ORO V APA All Grain BIAB
Minuti ammostamento :75
Litri in pentola :40
Litri in fermentatore :27
Efficienza :82 %
OG :1048
ABV :4.8 %
Plato :12
IBU :41.5
BU/GU :0.86
EBC : 5

Malti e Fermentabili
Maris Otter 4500 gr 85 %
Aromatic 400 gr 8 %
CaraPils 200 gr 4 %
Fiocchi di Orzo 200 gr 4 %
Totale 5300 gr

Luppoli
Chinook (AA 12.5) 15 gr 30 min
Chinook (AA 12.5) 10 gr 20 min
Centennial (AA 9.1) 10 gr 15 min
Amarillo (AA 9.5) 10 gr 15 min
Centennial (AA 9.1) 10 gr 10 min
Amarillo (AA 9.5) 10 gr 10 min
Amarillo (AA 9.5) 15 gr 5 min
Centennial (AA 9.1) 15 gr 5 min
Amarillo (AA 9.5) 10 gr 0 min
Centennial (AA 9.1) 10 gr 0 min
Chinook (AA 12.5) 20 gr 0 min
Sorachi ACE (AA 12.4) 50 gr DH
Totale 190 gr

Lieviti
SafAle US 05 11.5 gr

Profilo Mash
Beta-amilasi 68 °C 45 min
Alpha-amilasi 72 °C 15 min
Mash Out 78 °C 15 min

Bollitura 90 min


Con la quinta versione abbiamo reintrodotto l'Aromatic come nella terza versione, con la modifica del quantitativo passato da 200 gr. a 400 gr. Con i luppoli abbiamo cercato di mantenere le quantità e la tipologia, anche se abbiamo dovuto apportare qualche modifica ed inserire del Chinook a 0 e il Sorachi ACE in DH.
L'etichetta.


Ad Ottobre abbiamo avuto alcuni impegni che ci hanno tenuto lontano dalle pentole per oltre 3 mesi e abbiamo ripreso a brasare soltanto a fine gennaio con la prima cotta in All Grain Classico tre tini, per festeggiare la 50ª cotta.

FIFTY ANNIVERSARY Belgian Strong Ale All Grain
Minuti ammostamento :105
Litri in pentola :30
Litri sparge: 20
Litri in fermentatore :27
Efficienza :71 %
OG :1080
ABV :8.1 %
Plato :19.3
IBU :28.0
BU/GU :0.35
EBC: 13

Malti e Fermentabili
Pilsner 5000 gr 50 %
Vienna 2000 gr 20 %
Munich Malt 1300 gr 13 %
Frumento non maltato 500 gr 5 %
Zucchero di canna 500 gr 5 %
Fiocchi di Orzo 400 gr 4 %
CaraMunich 60 250 gr 3 %
Black Malt 50 gr 1 %
Totale10000 gr

Luppoli
Simcoe (AA 12.3) 10 gr 60 min
Simcoe (AA 12.3) 10 gr 30 min
Citra (AA 12.5) 10 gr 20 min
Citra (AA 12.5) 20 gr 10 min
Citra (AA 12.5) 20 gr 5 min
Citra (AA 12.5) 20 gr 0 min
Simcoe (AA 12.3) 20 gr 0 min
Citra (AA 12) 50 gr DH
Totale160 gr

Lieviti
SafBrew Abbey 17 gr.

Profilo Mash
Protein rest 50°C 15 min
Beta-amilasi 66 °C 60 min
Alpha-amilasi 72 °C 15 min
Mash Out 78 °C 15 min

Bollitura 90 min
Fermentazione 20°C

Una birra speciale sotto tutti i punti di vista, sia per gli ingredienti utilizzati, sia per quello che rappresenta.


Per festeggiare la 50ª cotta oltre ad un etichetta studiata per le bottiglie da 75 cl. frontale abbiamo reinserito un'etichetta posteriore.


Per dare un maggiore tocco di festa alla bottiglia abbiamo anche creato un cartoncino appeso al collo con un semplice spago.
Lato esterno


Lato interno


Naturalmente poi lo abbiamo ripiegato. Qui sotto la bottiglia che abbiamo tenuto come ricordo.


Per fare un raffronto con la nuova tecnica brassicola, abbiamo riproposto la stessa ricetta, questa volta con la tecnica australiana BIAB.
La differenza principale tra le due birre è che con il metodo australiano abbiamo ottenuto una birra molto più secca e quindi più alcolica rispetto alla sua simile in AG classico 3 tini. Vi riporto lo stesso la ricetta così potete valutare i parametri di confronto.

Replay FiftyOne Belgian Strong Ale All Grain BIAB
Minuti ammostamento :105
Litri in pentola :38
Litri in fermentatore :24
Efficienza :69 %
OG :1088
ABV :9 %
Plato :21.1
IBU :29.6
BU/GU :0.34
EBC : 15

Malti e Fermentabili
Pilsner 5000 gr 50 %
Vienna 2000 gr 20 %
Monaco 1300 gr 13 %
Frumento non maltato (grano) 500 gr 5 %
Zucchero di Canna 500 gr 5 %
Fiocchi di Orzo 400 gr 4 %
CaraMunich II 250 gr 3 %
Black Malt 50 gr 1 %
Totale10000 gr

Luppoli
Simcoe (AA 12.3) 10 gr 60 min
Simcoe (AA 12.3) 10 gr 30 min
Citra (AA 12.5) 10 gr 20 min
Citra (AA 12.5) 20 gr 10 min
Citra (AA 12.5) 20 gr 5 min
Citra (AA 12.5) 20 gr 0 min
Simcoe (AA 12.3) 20 gr 0 min
Citra (AA 12) 50 gr Dry-Hop
Totale160 gr

Lieviti
Safbrew Abbey 17 gr.

Profilo Mash
Protein Rest 50 °C 15 min
Beta-amilasi 66 °C 60 min
Alpha-amilasi 72 °C 15 min
Mash Out 78 °C 15 min

Bollitura 90 min
Temperatura 20°C

Alla fine la birra ha ottenuto un densità più alta, se pur con un estrazione minore. Sicuramente la causa è stata la diversa proporzione tra acqua e grani. Per il mash la birra in AG Classico 3 Tini abbiamo utilizzato un rapporto di 2 litri per chilo di grani, mentre per quella brasata in BIAB la proporzione è stata di 3,8 litri per chilo di grani.
Abbiamo fatto ricadere le due birre nella categoria delle Belgian Strong Ale, diciamo che sono due birre che di Belga hanno sopratutto le caratteristiche del lievito con esteri fruttati e speziati, mentre per quello che riguarda gli ingredienti rientrano per l'uso del malto Pilsner, anche se sono presenti altri malti che la rendono più una birra speciale, come riportato sull'etichetta. Anche i luppoli non sono per niente in stile, utilizzando luppoli americani siamo andati un po' fuori tema, ma abbiamo voluto utilizzarli per creare davvero qualcosa di speciale ed unico. Vedremo alla fine dell'anno, dopo il tempo necessario per la maturazione, se avremo avuto ragione.


Dopo la Replay abbiamo deciso, visto che avevamo ancora i grani necessari, provare a creare una nuova ricetta della serie Oro, inserendo un solo grano speciale. Abbiamo così tolto il Carapils, e lasciato solo il Biscuit. Vediamo la ricetta:

ORO VI APA All Grain
Minuti ammostamento :75
Litri in pentola :18
Litri sparge:20
Litri in fermentatore :24
Efficienza :76 %
OG :1055
ABV :5.5 %
Plato :13.6
IBU :71.3
BU/GU :1.30
EBC : 6

Malti e Fermentabili
Pale Ale 5000 gr. 86%
Bisciut 550 gr. 9%
Fiocchi d’Orzo gr. 4%
Totale 5800 gr.

Luppoli
Simcoe (AA 12.3) 15 gr. 30 min. Coni
Amarillo (AA 9.4) 15 gr. 30 min Coni
Nelson Sauvin (AA12.6) 25 gr. 25 min Coni
Nelson Sauvin (AA12.6) 25 gr. 20 min Coni
Citra (AA 12.5) 50 gr. 5 min Coni
Sorachi Ace (AA12.4) 50 gr. Dry-Hop Pellets
Totale 180 gr.

Lieviti
Safale US-05 11,5 gr.

Profilo Mash
Beta-Amilasi 68°C 45 min
Alpha-Amilasi 72°C 15 min
Mash Out 78°C 15 min

Bollitura 60 min
Fermentazione 19°C




Al contrario delle versioni precedenti, la birra è stata brassata con il metodo classico 3 tini. Penso che l'assenza del Carapils abbia tirato fuori quello che era nascosto nelle altre versione. Probabilmente il Carapils, un po' troppo invadente, aveva nascosto in parte il vero carattere di questa ricetta. La birra alla fine è risultata agrumata e fruttata con un ottimo equilibrio con il dolce biscottato dei malti. Un ottima birra, forse la versione migliore. Rispetto alle altre versioni precedenti il corpo risulta essere più presente, rotondo e persistente, decisamente molto meno evanescente. Sicuramente la differenza tra il rapporto acqua/grani ha contribuito ha migliorare il corpo di questa birra.


Da qui in poi il programma delle cotte ha subito continue modifiche e variazioni, e alla fine stati costretti a creare delle birre con quello che avevamo. La normale produzione dovrebbe prevedere prima la creazione delle ricette, poi l'acquisto degli ingredienti necessari, per evitare, come è capitato a noi, di essere condizionati nella produzione delle birre dai grani e luppoli in possesso, e alla fine di dover produrre con materiale datato che tende con il tempo a perdere gran parte delle sue caratteristiche organolettiche.
Siamo quindi ripartiti con entusiasmo e visto la gran quantità di malti tostati, abbiamo deciso di aggredire il mucchio iniziando da una birra scura, che mancava da un po' nella nostra cantina.
Per la tecnica utilizzata, ci ha notevolmente influenzato la buona impressione che ci aveva fatto la Oro VI e abbiamo deciso di cominciare un percorso con il metodo classico 3 tini. Abbiamo così deciso di eseguire le restanti in AG Classico 3 tini per capire meglio e aumentare l'esperienza.

Athir Foreign Extra Stout All Grain
Minuti ammostamento :75
Litri in pentola :22
Litri in fermentatore :25
Litri sparge: 22
Efficienza :75 %
OG :1064
ABV :6.2 %
Plato :15.7
IBU :50.4
BU/GU :0.79
EBC : 104

Malti e Fermentabili
Maris Otter 5000 gr 68 %
Crystal 150L 1450 gr 20 %
Chocolate 300 gr 4 %
Fiocchi di Orzo 250 gr 3 %
Black Malt 200 gr 3 %
Roasted 125 gr 2 %
Totale 7325 gr


Luppoli
Target (AA 12.1) 50 gr 60 min
Styrian Goldings (AA 5.4) 20 gr 5 min
Totale 70 gr

Spezie
Bacche di Ginepro 15 gr 15 min

Lieviti
SafAle S-04 11.5 gr

Profilo Mash
Beta-amilasi 66 °C 45 min
Alpha-amilasi 72 °C 15 min
Mash Out 78 °C 15 min

Bollitura 60 min
Fermentazione 20°C





La particolarità di questa birra è stato l'utilizzo di bacche di ginepro. Avevamo già fatto un paio di esperienze due anni fa, con risultati discordanti, abbiamo così pensato di riproporle in questa birra, in dose minore e più avanti nella bollitura, per migliorane il rilascio dell'aroma ed evitare che una bollitura prolungata lo faccia evaporare troppo.
Dopo la scura Athir, abbiamo brasato una classica, un English IPA. La nostra ricetta originale prevedeva l'utilizzo di Maris Otter e Crystal, e l'utilizzo di luppoli inglesi come il Target per l'amaro e l'EKG per l'aroma. Questa è una variante, creata più per terminare alcuni malti e luppoli che per reale convinzione.

Kashmir English IPA All Grain
Minuti ammostamento :70
Litri in pentola :22
Litri sparge: 22
Litri in fermentatore :23
Efficienza :77 %
OG :1073
ABV :7.4 %
Plato :17.8
IBU :57.7
BU/GU :0.79
EBC : 29

Malti e Fermentabili
Maris Otter 3100 gr 43 %
Pale Ale 2800 gr 39 %
Crystal 150L 700 gr 10 %
Aromatic 400 gr 6 %
Fiocchi d’Orzo 270 gr 4 %
Totale 7270 gr

Luppoli
Target (AA 12.1) 50 gr 60 min Coni
Styrian Goldings (AA 4.8) 20 gr 20 min Coni
Styrian Goldings (AA 4.8) 20 gr 10 min Coni
Styrian Goldings (AA 4.8) 20 gr 5 min Coni

Lieviti
SafAle English IPA S-04 23 gr. (2 Buste)

Profilo Mash
Beta-amilasi 66 °C 35 min
Alpha-amilasi 72 °C 20 mim
Mash Out 78 °C 15 min

Bollitura 60 min
Fermentazione 20°C





La smania di terminare i grani e concludere la stagione si è materializzata nella creazione di questa birra estrema. Avevamo a disposizione una quantità esagerata di sacchetti aperti di luppolo, e per evitare di perdere ancora aroma abbiamo deciso di inserire tutti i luppoli in bollitura, indipendentemente dal valore finale dell'IBU. E' uscita fuori una birra pazzesca. Il problema di quando si fanno queste birre con vari ingredienti è che se viene buona, diventa difficile ripeterla.

Joe Alba 120 Extreme Pale Ale All Grain
Minuti ammostamento :75
Litri in pentola :23
Litri sparge: 23
Litri in fermentatore :23
OG :1064
ABV :6.4 %
Plato :15.7
IBU :120
BU/GU :1.88
EBC : 9

Malti e Fermentabili
Pale Ale 4450 gr 60 %
Munich Malt 1190 gr 16 %
Vienna 560 gr 7 %
CaraPils 500 gr 7 %
CaraRed 500 gr 7 %
Fiocchi di Orzo 190 gr 3 %
Caramunich Malt 80 gr 1 %
Totale 7470 gr

Luppoli
Centennial (AA 9.1) 46 gr 20 min Coni
Chinook (AA 12.5) 90 gr 20 min Coni
Amarillo Gold (AA 7.9) 20 gr 15 min Coni
Equinox (AA 13.9) 49 gr 10 min Pellet
Nelson Sauvin (AA 12.6) 15 gr 10 min Coni
Styrian Goldings (AA 4.8) 40 gr 5 min Coni
Equinox (AA 13.9) 30 gr 0 min Pellet
Citra (AA 13.1) 80 gr Dry-Hop Pellet
Totale 370 gr

Lieviti
SafAle American Dry US-05 23 gr. (2 Buste)

Profilo Mash
Beta-amilasi 63 °C 25 min
Alpha-amilasi 68 °C 20 min + 72 °C 15 min
Mash Out 78 °C 15 min

Bollitura 60 min
Fermentazione 19°C




La birra mi ha completamente stupito. Una birra con un fruttato notevole, fresca e beverina, e al contrario di quanto mi sarei aspettato l'amaro è gentile e non aggressivo, amara si ma non fastidiosa. Una birra superluppolata veramente piacevole. Date un occhiata al video della degustazione potrete apprezzare virtualmente la svariata quantità di aromi e gusti che sprigiona questa pazza birra.


Dopo la Joe Alba abbiamo dovuto attendere un mese prima di tornare a brassare una nuova birra.
Siamo ripartiti nuovamente con una scura, Il Fico Nero.

Il Fico Nero Foreign Extra Stout All Grain
lt mash :22.5
lt sparge:22.5
OG preboil:1044
Min bollitura:60
Litri in fermentatore :25
OG :1068
ABV :6.8 %
Plato :16.6
IBU :89.2
BU/GU :1.31
EBC :130

Malti e Fermentabili
Maris Otter 5000 gr 65 %
Crystal 150L 1365 gr 18 %
Chocolate 400 gr 5 %
Roasted 350 gr 5 %
Fiocchi di Orzo 300 gr 4 %
Black Malt 250 gr 3 %
Totale 7665 gr

Luppoli
Target (AA 12.17) 92 gr 60 min Coni
Saaz (AA 3.34) 25 gr 10 min Coni
Totale117 gr

Lieviti
SafAle English Ale S-04 23 gr.

Profilo Mash
Beta-amilasi 66 °C 45 min
Alpha-amilasi 72 °C 15 min
Mash Out 78 °C 15 min

Bollitura 60 min
Fermentazione 18°C




In queste ultime 4 birre di fine stagione, è predominante l'utilizzo in abbondanza di grani e luppoli, nel limite del possibile consoni con lo stile tentato, anche in questa Stout l'utilizzo di grani tostati è abbondante come l'utilizzo del luppolo soprattutto per l'amaro.


Da qui in poi ho accelerato per terminare le cotte prima dell'arrivo del caldo, e ho brassato ogni settimana.
Dopo una scura siamo ritornati alla nostra bionda di riferimento con la settima versione della ricetta Oro, anche se questa versione risente della fine stagione essendo stati utilizzati sia il Biscuit che il Carapils, di cui avevamo una scorta esagerata.

Oro VII American Pale Ale All Grain
lt mash :22
lt sparge:22
Litri in pentola :22
OG preboil:1038
Min bollitura:60
Litri in fermentatore :24
OG :1060
ABV :6.0 %
Plato :14.8
IBU :44.7
BU/GU :0.74
EBC : 7

Malti e Fermentabili
Pale Ale 5000 gr 80 %
Biscuit 625 gr 10 %
CaraPils 320 gr 5 %
Fiocchi di Orzo 300 gr 5 %
Totale 6245 gr

Luppoli
Simcoe (AA 12.3) 50 gr 20 min Coni
Cascade (AA 5.9) 50 gr 10 min Coni
Saaz (AA 3.34) 50 gr 5 min Coni
Columbus (Tomahawk) (AA 15.5) 50 gr Dry-Hop Pellet
Totale 200 gr

Lieviti
SafAle US 05 DryUS-05 11.5 gr

Profilo Mash
Beta-amilasi 68 °C 45 min
Alpha-amilasi 72 °C 15 min
Mash Out 78 °C 15 min

Bollitura 60 min
Fermentazione 18°C





Dopo l'ennesima versione della Oro, e con i grani più chiari quasi terminati siamo stati costretti a brassare una ricetta difficilmente inseribile in uno stile preciso, vi ricordo che è una classica birra di fine stagione, soprattutto per l'eccessivo utilizzo di Carapils. Pensate che non ho messo tutto quello che avevamo, una piccola parte è stata tenuta da parte insieme a grani tostati e fiocchi, per una serie di prove fotografiche per cambiare l'immagine dell'intestazione del sito.

Oro Imperiale American Strong Ale All Grain
lt mash :23
lt sparge:23
Litri in pentola :22
OG preboil:1043
Min bollitura:60
Litri in fermentatore :24
OG :1070
ABV :7.0 %
Plato :17.1
IBU :62.9
BU/GU :0.9
EBC : 8

Malti e Fermentabili
Pale Ale 5000 gr 65 %
CaraPils 1300 gr 17 %
Biscuit 690 gr 9 %
Vienna 380 gr 5 %
Fiocchi di Orzo 300 gr 4 %
Totale7670 gr

Luppoli
Simcoe (AA 12.3) 50 gr 20 min Coni
Cascade (AA 5.9) 150 gr 10 min Coni
Saaz (AA 3.34) 150 gr 5 min Coni
Cascade (AA 5.9) 50 gr 0 min Dry-Hop Pellet
Equinox (AA 13.4) 10 gr 0 min Dry-Hop Pellet
Totale 410 gr

Lieviti
SafAle US 05 Dry US-05 11.5 gr
SafAle English Ale S-04 5.5 gr

Profilo Mash
Protein Rest 50 °C 10 min
Beta-amilasi 62 °C 35 min
Alpha-amilasi 72 °C 15 min
Mash Out 78 °C 15 min

Bollitura 60 min
Fermentazione 22°C





Per l'ultima cotta di stagione ho aperto il cartone e ho vuotato il contenuto sul tavolo. E' uscito un po' di tutto, pure un chilo di lattosio scaduto da un anno e 500 grammi di gypsum, solfato di calcio, inutilizzato perché dopo due anni non sono riuscito ad ottenere i valori dell'acqua di fonte che utilizziamo, e non me la sono sentita di utilizzarlo. Alla fine non tutti i grani sono stati utilizzati, ci sarebbe stati troppi tostati e come già detto sopra un parte sarà utilizzata come complemento ai grani chiari per alcune prove fotografiche.

Liberty Foreign Extra Stout All Grain
lt mash :22
lt sparge:22
Litri in pentola :22
OG preboil:1045
Min bollitura:60
Litri in fermentatore :25
OG :1068
ABV :6.8 %
Plato :16.6
IBU :63.2
BU/GU :0.93
EBC : 144

Malti e Fermentabili
Maris Otter 5000 gr 64 %
Crystal 150L 1365 gr 17 %
Roasted 420 gr 5 %
Black Malt 400 gr 5 %
Chocolate 320 gr 4 %
Fiocchi di Orzo 300 g r4 %
Totale 7805 gr

Luppoli
Pilgrim (AA 8) 100 gr 60 min Coni
Saaz (AA 3.34) 25 gr 5 min Coni
Totale125 gr

Lieviti
SafAle English AleS-04 15 gr.

Profilo Mash
Beta-amilasi 66 °C 45 min
Alpha-amilasi 72 °C 15 min
Mash Out 78 °C 15 min

Bollitura 60 min
Fermentazione 23°C





La stagione è così terminata con questa Stout.
Nonostante tutte gli imprevisti che abbiamo dovuto affrontare in questa stagione, che nulla hanno a che fare con il mondo della birra, ma che fanno parte della nostra vita, siamo rimasti contenti per la nuova esperienza produttiva con il metodo classico All Grain 3 Tini.
Ora ci aspetta davanti a noi un periodo di riposo e di riflessione, dove decidere cosa fare da grandi, se aumentare l'esperienza in AG Classico e eventualmente implementare l'attrezzatura, ritornare sui nostri passi e continuare a produrre in BIAB o decidere di buttarci su qualche impianto automatico. Non escludo a priori l'utilizzo di qualche kit o l'utilizzo di estratti, magari per creare qualche video specifico da indirizzare a nuovi amici e magari a qualche vecchio lettore che vuole rivedere quando faceva birra in mezz'ora o poco più!
In questo momento ci sono stati sviluppi che influenzeranno le nostre scelte e non posso essere certo di quello che potrà accadere, ma ci potrebbero essere dei problemi da mettere in preventivo fin da subito per la nuova stagione per evitare sorprese poco gradite in futuro. Restate sintonizzati.
A breve un articolo sulle principali differenze che abbiamo riscontrato nei due metodi.
Ma queste sono altre storie.

Nessun commento:

Posta un commento