lunedì 28 ottobre 2013

Finalmente All Grain metodo BIAB

Ciao a Tutti anche se il blog non è finito nelle sue parti e verrà successivamente modificato, Vi volevo rendere partecipi della nostra prima cotta in AG Biab.
Volevamo anche mettere la cronaca della modifica della cantina, per tutti quelli che si vogliono cimentare a modificare una cantina e renderla coibentata e a temperatura costante, a un prezzo decente, ma c'è da sudare.
Ecco la cronaca dettagliata:
Ciao Ragazzi, la giornata è finalmente terminata, anche se alla fine non è venuta come volevamo, contenti lo stesso, ci siamo sverginati alla Grande !!!!
La giornata è iniziata (da ieri non è mai finita, ma stanotte sono riuscito a dormire alla grande) con telefonata ad Andrea, "colloquio di lavoro..." ma come, oggi, sono tre anni che fai domande e lasci curriculum e proprio oggi devono chiamarTi per un lavoro? Si!
Allora mentre Andrea va io mi carico le taniche e me ne vado alla fonte. Stranamente anche la fonte oggi non ne vuole sapere di buttare acqua, un ora di orologio per 40 litri di acqua, sembrava un bambino che pisciava. Sono già in ritardo sulla tabella di marcia.




Arrivo a casa porto le taniche e comincio a preparare.
Metto su la pentola, e comincio a buttare l'acqua arrivo a 32 litri e dico ma meglio metterne ancora uno non si sa mai (già non si sa mai ne avessi qualcuno di più....)
Metto il fondo metto la sacca, tutto perfetto calza a pennello e lo un pò arrotolata così va bene.



Primo dubbio comincio a macinare i grani, bohh e adesso come li faccio, provo una misura, guardo dentro il secco, ma li ho macinati ho no da dove sono passati ???? neanche schiacciati boh.
Proviamo a stringere un pò, farina schietta, e adesso come faccio .... faccio una misura in mezzo, uguale praticamente farina anche qui. 



Faccio un pò meno, boh forse va bene c'è farina ma anche pezzetti forse va bene.. e comincio 1 2 3 4 siamo sicuri che sono 4 i chili che ho fatto fino ad adesso bohhh si dai.
Nel frattempo arriva Andrea con un mega sorriso "Papà lunedi comincio". Mi spiega un pò di come e del lavoro in un officina come carpentiere " papa il falegname lavora il legno mentre li lavoriamo il ferro"......grande! penso io, come il nonno, mio padre aveva cominciato anche se un pò prima a quattordici anni a saldare fare ringhiere e cancelli. Poi gli dico "allora visto che sei contenta diamoci dentro e dammi una mano" ma adesso ...." quanti grani hai macinato fino ad adesso?" "behhhhh mi sembra 4 chili" " come ti sembra quattro" " si si quattro mi sembra?" " va be' ti do una mano"
"Ma papà non ti sembra un pò fine?" " Boh e che ne so e la prima volta che macino"



Nel frattempo andrea pesa i grani restanti, e sistema la pompa e il termometro e accende il fornellone. E tardissimo e quasi l'una, telefonata della moglie "quando venite a mangiare?" e chi ci'a fame.
Andrea attonito cerca di capirci qualcosa in questi soft per preparare al meglio la nostra birra!

E nella attesa si sgranocchia qualche chicco di malto Crystal ...beccato!

Mentre aspettiamo di raggiungere i 70°C salgo a casa prendo una mela e scendo. "Sei già quà? hai mangiato con l'imbuto?" "Mangio una mela non ho fame, vai su te, poi quandohai finito vieni giù io intanto controllo che arrivi in temperatura"
42 minuti per arrivare da 12 a 70°C.
Torna Andrea "perfetto sei arrivato giusto giusto dai butta il macinato che prendo il mestolo e ci do una girata" e via come nevicasse (c'è però parecchia polvere) una mescolata e via conto alla rovescia, ogni venti minuti attacchiamo il gas per un paio di minuti. 


Oscillazione 64 - 66°C. "papà ma quanto devo stare i grani a 66 °C gradi?" " un ora no!" " ma papà sono già passati, sono 75 minuti" "belin Andrè, dimmelo prima" " che ne so che dovevo tenere i tempi" " Va be da adesso tieni i tempi, ok?"
Facciamo la prova dello iodio "Papà non abbiamo misurato il pH!" " belin mi sembrava che mancava qualcosa, va beh lo facciamo la prossima volta".
Prova dello iodio OK. 

Portiamo a 78°C e con il fornello al minimo teniamo la temperatura per una decina di minuti.
Nel frattempo misuro il luppolo e una frangranza e un profumo si espande per il garage. Inebriante!!


Tiriamo su la sacca con Andrea 

(la sacca scricchiolava sotto il peso di 8 kg di grani e altrettanto di mosto, si sentivano i fili della cucitura che sembravano strapparsi, ma la sacca a retto adesso non sappiamo se arrischiarci a riutilizzarla a vederla così sembra in ottime non si è neanche deformata) e comincia a scolare, il profumo e esaltante ed eccitante, ti entra nel cervello, poi dopo qualche minuto spostiamo la sacca sopra alla bacinella bucherellata, 

e cominciamo a schiacciare e strizzare ma la sacca e caldissima "papà ma era a 78°C o ha duecento? non si riesce a tenerci la mano sopra" " ma dobbiamo provarci più tiriamo fuori il mosto dai grani più abbiamo un efficienza alta" " a papà a me dell'efficienza non me ne frega niente, l'importante e che venga buona" " Ok cerchiamo di schiacciare un pò vediamo cosa riusciamo a fare" strizzo io strizza lui, ma non si riesce a tenerci le mani sopra e non ci permette di strizzarla tanto e dopo un poco desistiamo, avremmo recuperato un paio di litri forse.
Prendiamo un campione di mosto, molto denso, e lo misuriamo a 55 °C 1,050, con il foglio di Enrico e mi da a 20°C 1,062. Bello contento misuriamo i litri 28 "Grandi, ci siamo (ma dove??) , vado tranquillo con i luppoli speriamo che non venga tanto dolce!!!!" Ultime parole famose (come la vignetta in basso a destra della settimana enigmistica di un pò di anni fà, a proposito c'è sempre? Chi lo sa!")
Facciamo le gittate normali, alla fine abbiamo deciso di mettere meno luppolo d'amaro solo 30 gr, di Target a 60 minuti per l'amaro, poi 25 gr, di EK Golding e 25 di Fuggle a 30 minuti, poi altri 25 di EK Golding e 25 di Fuggle 15 minuti e poi 25 di Golding e 20 Di Fuggle e per finire a 5 minuti 25 di Golding e a 0 12 di Golding e 13 di Fuggle.
Tutto perfetto, anche se noto che c'è molto meno mosto, boh!
Qui perdiamo un pò di tempo con la fase di raffreddamento che dura un mezz'oretta, non eravamo pronti e ieri non l'avevamo provato.



comunque tutto bene acqua a 22 gradi versiamo nel fermentatore (e il mosto e moltissimo torbido, ma molto molto) e quando comincia ad arrivare ai filtri bazooka dico "Andrè a quanto siamo?" "18 litri papà" aaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhh!!!!!!!!!!! come 18 litri, guardo il fondo della pentola e c'è ne ancora (3 litri) ma e troppo torbida e non le la sento di rubare ancora mezzo litro, per poi tirare giù melma, misuro la densità 1,074.
Apro brewonline.net e esce fuori 55% di efficienza e ibu a 66,5 belin ma è amarissima assaggio il mosto aaahhh è amara già adesso con tutto lo zucchero che c'è dentro figuriamoci quando sarà pronta.
In fondo non sarebbe male come IPA 1,074 ABV 7,3% 66,5 IBU 25 EBC (forse un pò scura, ma ci sta) il problema e che noi la volevamo meno alcolica e meno amara.
Ma la storia non finisce qui "Papà il lievito l'hai preparato?" "cazzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzo mi sono dimenticato,dove????????"
"Papà non lo abbiamo reidratato e li", così copriamo il fermentatore e riedratiamo il lievito e dopo un mezz'ora abbiamo inoculato due buste di S-04.
Cosa dite a 1,074 che la farà?
Arrivati a casa mettiamo il fermentatore in cucina nel solito posto (finchè non riusciamo ad avere un frigo o freezer) e guardo il termometro adesivo 26°C "Cazzzzzzzzzo ma come è possibile" " boh papà il termometro digitale segnava 22°C mezz'ora fa?"
C'è qualcosa che non va non sappiamo cosa è successo, ma mi sa che il termometro digitale ciocca, se è così abbiamo sballato tutto!
Il termometro del garage alla fine segnava 26°C nell'ambiente ricco di aromi e profumi, ma anche di umidità e caldo, mentre mi sembra di ricordare che il termometro digitale sul tavolo degnava 21,6, mi è rimasto impresso perchè ho pensato che trattandosi di un garage e il termometro del garage era vicino al pentolone dall'altra parte del garage ci fosse meno, ma poi non ci ho più pensato.
Adesso il fermentatore lo abbiamo coperto e non lo abbiamo più guardato.

Tutto quà

Una domanda e se ci avessi aggiunto 4 litri di acqua nel fermentatore per arrivare a 22 litri cosa sarebbe potuto succedere?
Il nostro impianto 1.0 e molto semplice:
abbiamo pentola da 50 litri, a cui abbiamo aggiungo un rubinetto e un tee interno per collegarci due filtri bazooka per l'eventuale filtraggio del luppolo,







un fondo per evitare il contatto della bag 





La bag